Archivio mensile Marzo 30, 2018

Dobbiamo bloccare il decreto Calenda e difendere la Tuscia

Mi batterò con ogni forza contro l’eventuale scelta di riunire le scorie radioattive sul litorale viterbese.

Un governo che dovrebbe occuparsi solo degli affari correnti tenta l’ennesimo colpo di coda.

Stavolta, secondo alcune testate online che riportano le mosse annunciate dal ministro Calenda, si tratta dell’accelerazione per l’approvazione di un decreto che indica le aree potenzialmente idonee a ospitare rifiuti nucleari.

Considerato che provvedimenti di questo tipo non possono essere certo adottati in fretta e furia, occorre ricordare come il territorio della Tuscia e del litorale viterbese sia già stato oggetto di servitù.

Un’area che sta provando a rialzarsi, con numerose eccellenze agroalimentari, rischia di essere messa in ginocchio da un governo uscente che dovrebbe svolgere solo il disbrigo degli affari correnti.

Per questo faccio appello a tutti i parlamentari eletti in questo territorio perché venga evitata una simile sciagura, invitandoli a intervenire in merito.

La Pasqua inaugura la stagione turistica.

Chi ha un albergo, un hotel stagionale, un’area camper, una casa vacanze, un bar, un agriturismo, una tavola calda, un b&b, un ristorante, uno stabilimento, una gelateria, un chiosco… sa bene cosa significa: durante questa settimana si aprono le porte alla stagione estiva!

La provincia di Viterbo, la Tuscia, ha l’onore e l’onore di accogliere flussi sempre più importanti ed impegnativi di turisti da tutta Italia, dal Lazio e da Roma in particolare, dalla Toscana, dalla Campania e dall’Umbria. Ai tanti operatori turistici voglio fare i migliori auguri per questa Pasqua 2018.

Si sono preparati, hanno organizzato il personale, lucidato gli specchi, stirato divise e tovaglie, pronti come sempre ad accogliere con il miglior sorriso.

In pochi sembrano non essersene accorti: sono quelli che sporcano o che non puliscono, quelli che potrebbero proporre programmi ed iniziative ed invece preferiscono litigare tra fazioni, sono gli stesi (sempre quelli di cui sopra) che ancora non hanno capito quanto tutto questo sia importante e vitale per il nostro territorio.

Malgrado loro si preannuncia uno storico SOLD OUT da cui tutti potremmo trarre enorme beneficio

#Benvenuti #Pasqua18

www.maurorotelli.it

#OpenCamera

Primo appuntamento con #OpenCamera

Primo appuntamento di #OpenCamera

#OpenCamera

è la possibilità di seguire cosa avviene dentro le Istituzioni.

Il progetto di raccontare la Camera dei deputati in diretta sui social (su Twitter in particolare) inizia a luglio 2011.

Dopo 7 anni l’hashtag è diventato uno dei migliori metodi per sapere cosa accade alla Camera o nelle Commissioni.

Un nuovo mezzo per interagire.

Partecipazione e condivisione vorrei diventassero regola anche dal vivo.

Il primo appuntamento di #OpenCamera si terrà a Viterbo giovedì 29 marzo alle 18:30 a “Casa Tricolore” in via Alessandro Volta 37.

Faremo il punto sulla situazione politica nazionale (Elezioni dei Presidenti delle Camere) e locale (Amministrative).

Sarà anche l’occasione per farci gli auguri di Pasqua.

Ci vediamo giovedì 🇮🇹

Regolamenti e Strumenti della Camera

Regolamenti, guida alle procedure, tutti gli strumenti di supporto per lo svolgimento del mandato sia online che offline.

Iniziamo con le App per consultare le agenzie di stampa, i dossier e le attività del Parlamento.

Immancabile la Costituzione.

Nella guida anche la descrizione delle funzioni, degli organi e tutte le procedure.

Il tesserino unico collegato alle impronte digitali.

Il portale, i social, la web tv, la firma digitale e le credenziali Wi-Fi.

Le info per le visite guidate, l’accesso all’Archivio storico ed al Polo Bibliotecario Parlamentare.

Proviamo ad organizzare il lavoro al meglio.

Si rimane studenti tutta la vita

#OpenCamera

Sveglia presto, a Roma il cielo è splendido.

Sveglia presto,
a Roma il cielo è splendido.

Colazione al bar, passaggio veloce a Termini, sguardi, abbracci ed un bacio.

Il taxi punta in centro, l’appuntamento con i colleghi per la foto è sulla scalette di San Luigi dei Francesi, la splendida chiesa con tre assoluti capolavori di Caravaggio.

Si va a piedi da lì alla Camera, Giorgia in testa, foto, interviste, davanti Giolitti praticamente un blocco.

Senza fiato l’ingresso a Montecitorio, il gruppo occupa la destra dell’emiciclo spalle alla Presidenza, scelgo di andare più in alto possibile, mi fermo alla penultima fila, sono provvisorie.

Alzo gli occhi, c’è mia madre sulla tribuna, proprio davanti a me.

Mio padre ci guarda da un po’ più su…

Si inizia a votare, senza Presidente non si parte.

Senso del dovere, onestà, abnegazione.

Ve lo assicuro, il peso delle Istituzioni si sente tutto.

Dubbi, ansie, paure scompaiono di colpo ricordando la passione, la fatica fatta, la tua terra.

Siete tutti qui con me! Ma che giornata…

Ps. primo ed ultimo selfie, non si gioca più.

Evviva la Tuscia,
evviva NOI

Festa del Papà – Riflessioni sul tema dei Padri Separati

Oggi e’ la festa del Papa’.

Celebrazione, ricordo e momento di riflessione.

Ho iniziato l’ultima campagna elettorale alla Caritas Diocesana di Viterbo.

Luca, il diacono che la dirige, ci parlò di una nuova povertà sempre più emergente dal territorio, quella dei padri separati.

Cosa fare?

Il mantenimento deve per esempio tenere in considerazione del tenore di vita sia quando il figlio sta con la madre sia quando sta con il padre.

Va recepita in legge la più recente sentenza di cassazione sul mantenimento ex moglie, entrambe le forme di mantenimento devono essere (scaricabili/detraibili?) dalla dichiarazione dei redditi, la casa dove il padre separato va a vivere deve essere considerata prima casa, ci deve essere effettività dell’affidamento congiunto ed il riconoscimento dell’alienazione parentale.

Ma anche revoca immediata della responsabilità genitoriale e misure più rigide anche sul piano patrimoniale al genitore che viene meno ai doveri materiali e morali nei confronti dei minori.

 

Credo sia una battaglia di civiltà.

Voi cosa ne pensate?

17 Marzo – Vogliamo renderla Festa Nazionale

La prima proposta simbolica che presenteremo alla Camera nella nuova legislatura renderà il 17 marzo, giorno in cui ricorre la celebrazione dell’Unità d’Italia, una festa nazionale a tutti gli effetti.

Preferiamo festeggiarci con una data che unisce.

Abbiamo sempre contrastato chi voleva dividere l’Italia in classi sociali e in aree geografiche.

La nostra Nazione va da Bolzano a Lampedusa passando per i cuori dei milioni di Italiani che hanno portato in tutto il mondo la nostra civiltà.

L’Italia è storia, poesia, comunità, impresa.

È coraggio, amore, speranza.

Il 17 Marzo 1861 il nostro Popolo fu di nuovo insieme ed oggi nel cuore di Viterbo esponiamo il tricolore #17marzo2018

Perchè perdere importanti fondi europei ??

+++ ALLERT +++
Entro il 31 dicembre di quest’anno Regioni e Ministeri dovranno spendere 3,6 miliardi di fondi strutturali europei, assegnati con la programmazione 2014-2020 attraverso il Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR) e il Fondo sociale europeo (FSE).
Per chi non ci riuscirà scatterà la tagliola del disimpegno automatico.
L’obiettivo di spesa complessivo a fine 2018 per i 52 programmi italiani finanziati da Fesr e Fse è fissato a 8,55 miliardi di euro.
A quell’obiettivo mancano appunto 3,6 miliardi quasi la metà.
La Regione Lazio ha il 34% di spesa ancora da dichiarare per il FSE e il 55,5% di FESR.
Se nei prossimi mesi non ci sarà un’adeguata accelerazione della spesa e delle rendicontazioni, il rischio di perdere risorse assegnate diventerà concreto.
Una sonora sconfitta per tutto il territorio regionale.
Leggi QUI articolo del Il Sole 24 ORE e consulta l’infografica dei risultati raggiunti dai vari Enti: http://bit.ly/2FEOvvE

Rompiamo gli Indugi!

Rompiamo gli indugi! In questo momento mancano 3 sezioni su 269 e ci sono oltre 12000 voti di scarto dal secondo.

Alla fine di questo mese intenso, posso finalmente dire GRAZIE!

Grazie a tutti quelli che mi hanno dato una mano, a quelli che mi sono stati vicini: alla mia comunità, agli alleati della coalizione che ha sostenuto con forza la candidatura.

Abbiamo scelto di fare una campagna elettorale sui contenuti.

Abbiamo scelto di non cedere a nessuna delle provocazioni.

Il risultato ci ha premiati.

Ora, sta a noi: che cominci
#UnaNuovaStoria

WhatsApp chat