Archivio mensile Aprile 30, 2018

Elezioni Comunali Viterbo #viterbonelcuore

Una settimana fa in Molise, oggi in Friuli Venezia Giulia, la coalizione di centro destra ottiene risultati addirittura migliori delle politiche del 4 marzo.

Bene!

Ora è la volta di Viterbo, il tempo delle tattiche è scaduto, raggiungiamo la miglior sintesi possibile e partiamo con la campagna elettorale.

Le liste sono piene di donne, uomini, idee, progetti, esperienze, passioni, tutti pronti a dare il massimo per raggiungere la vittoria

#viterbonelcuore #toccaanoi

Un nuovo nome per raccontare Viterbo nel mondo

Il semplice nome di una località, di una città, spesso risulta insufficiente per guadagnarsi un posto nella memoria di ogni singolo turista o nell’immaginario collettivo del grande pubblico.

Disegnare un’identità, per rendere la località immediatamente identificabile e distinguibile dalla miriade di altre destinazioni possibili diventa indispensabile.

Serve un LOGO, un’immagine o simbolo rappresentativo, ed un PAYOFF, una frase molto breve composta anche da una sola parola, il cui senso racchiude l’identità della destinazione.

La creazione del PAYOFF è impresa ardua, soprattutto se non si vuole essere banali.

L’individuazione di un concetto memorabile, stimolante non è affatto semplice.

L’esempio di Civita di Bagnoregio “La Città che muore” lo testimonia a pieno.

Quale PAYOFF vi piacerebbe associare alla Tuscia?

E Viterbo vi piace raccontata come ”la Città dei Papi” o preferireste altro?

Il 6 Maggio riscopriamo l’Acquarossa.

Ci risiamo: l’Acquarossa è nuovamente una discarica a cielo aperto.

Ho già partecipato ad una pulizia straordinaria dell’area, non è stato chiaramente sufficiente.

L’attenzione su questi luoghi non va mai spenta!

Se le Istituzioni se ne fregano o sono distratte, ci penseranno gli “amici dell’Acquarossa”.

Ph. www.italianways.com

A chi pensa che il volontariato non sia sufficiente, diamo appuntamento a domenica 6 maggio.

Sarà una mobilitazione di braccia ed idee per riconsegnare questo luogo al giusto decoro ed alle sue reali potenzialità.

Segnatevi la data se volete lasciare il segno

#acquarossa18

Rassegna Stampa :

I lidi restino in mano italiana. Bolkestein

“Le concessioni balneari sono beni e non servizi”.

A pronunciare queste parole è Frederik Frits Bolkestein, economista olandese creatore della direttiva sulla libera circolazione dei servizi nell’Unione Europea.

Bolkestein è intervenuto ad un convegno organizzato mercoledì a Roma dall’associazione Donnedamare, e che ha visto la partecipazione di vari esponenti del centro-destra, tra cui Giorgia Meloni.

I partiti del centrodestra, da sempre contrari all’applicazione della direttiva agli operatori del settore balneare, nel corso della passata legislatura hanno promosso numerose iniziative parlamentari in loro favore opponendosi all’interpretazione data alla normativa dal centrosinistra che, con il suo operato, ha messo a rischio più di 30.000 attività, spesso a conduzione familiare.

Nella Provincia di Viterbo, la distorta interpretazione della Direttiva Bolkestein colpisce le numerose imprese del settore presenti a Tarquinia, Montalto di Castro e sui laghi di Vico e di Bolsena, arrecando ingenti danni all’economia locale.

L’interesse nazionale venga tutelato: i lidi restino in mano italiana.

Torna Schenardi. Il Salotto Buono di Viterbo.

Gran Caffè SchenardiGran Caffè Schenardi, il “salotto buono” della città torna a vivere.

Quest’anno ricorrono i 200 anni dalla nascita di questo caffè che è tanta storia locale ma anche un bel pezzo di storia d’Italia.

Un’opera di restauro attenta ce lo riconsegna più bello che mai.

Un grosso in bocca a lupo va ad Urbano Salvatori ed a tutto lo staff.

Ps. oggi la mia prima colazione, il locale è splendido ed il giardino d’inverno, diventato “La Loggetta”, una vera chicca

#grancaffeschenardi

#OpenCamera – Informativa Situazione Siria

Ieri l’informativa sulla situazione in Siria del Presidente del Consiglio uscente Paolo Gentiloni, a cui sono seguite le repliche dei gruppi parlamentari.

Oggi riunione congiunta di Camera e Senato per votare due componenti del Csm ed un giudice della Corte costituzionale.

Per i primi si tratta di sostituire gli avv.Maria Elisabetta Alberti Casellati e Pierpaolo Zanettin eletti rispettivamente al Senato e alla Camera.

Per la Corte costituzionale si deve procedere alla sostituzione del giudice Giuseppe Frigo.

Con il gruppo di Fratelli d’Italia ho votato scheda bianca per la Corte Costituzionale, mentre per il CSM ho votato Raimondo Orrù, Presidente Nazionale di FederMot (www.federmot.it) organismo che raggruppa i magistrati onorari.

Una scelta voluta per esprimere vicinanza a questa categoria.

La magistratura onoraria è protagonista di una percentuale altissima di processi: furti in abitazione, truffe, lesioni, appropriazioni indebite. Senza i vice procuratori onorari e i magistrati onorari la giustizia Italiana entrerebbe in una crisi irreversibile.

Eppure sono precari… ritengo indispensabile la loro legittima stabilizzazione, per garantire professionalità e celerità alla giustizia italiana.

La presenza di un giudice onorario tra i componenti il Csm rafforzerebbe il ruolo e l’autorevolezza di questa categoria e accelererebbe la definizione dell’anomalia.

La giornata continua con il voto per l’elezione del segretario di presidenza del Gruppo Misto.

Nell’ufficio di presidenza tutti i gruppi devono essere rappresentati

#openCamera

Sono loro i migliori ambasciatori del nostro territorio!

Un grosso in bocca al lupo a tutte le aziende della Tuscia presenti alla 52esima edizione del Vinitaly.

La manifestazione terminerà mercoledì 18, scaricando l’App e selezionando la Regione si può facilmente trovare il padiglione che li ospita.

Qui l’elenco completo:

Cantina di Montefiascone
– Tenuta la Pazzaglia
– Azienda Muscari Tomajoli
– Sergio Mottura
– Tenuta Sant’Isidoro
– Antica Cantina Leonardi
– Viticoltori dei Colli Cimini
– Cantina Stefanoni
– Fattoria Madonna delle Macchie
– Azienda Agricola Papalino
– Tenuta Ronci Nepi
– Tamia Olio Extra Vergine di Oliva
– Colli Etruschi Blera
– Coop. Olivicola di Canino
– Il Molino
– Andrea Occhipinti Azienda Agricola
– Paolo e Noemia d’Amico
– Prima Lux Spirits

vinitaly.com

Le eccellenze della Tuscia al VINITALY di Veronafiere

Da domani a mercoledì 18 aprile oltre 120mila operatori da 140 Paesi diversi si danno appuntamento a Verona.

Alla 52esima edizione del Salone Internazionale del Vino e dei Distillati nel padiglione A, tra gli espositori di vino del Lazio, ci saranno 14 aziende della provincia di Viterbo.

Nel padiglione C, quello dedicato all’agroalimentare di qualità saranno invece 4 le aziende della Tuscia produttrici d’olio.

Al VINITALY si incontrano sommelier ed enologi, si discute e ci si confronta con altri imprenditori, si immagina il futuro del vino (l’export italiano vale 5,9 miliardi di euro).

Buon lavoro, quindi, ai “nostri” che sapranno rappresentare al meglio la passione e la cultura della Tuscia

#vinitaly2018

vinitaly.com

Stavolta NO! Non un’altra volta! #GiuLeManiDallaSiria

Stavolta NO!

Seguire USA, Inghilterra e Francia in questa ennesima follia, NO.

In Libia ci hanno già fregato.

In Siria manca tutto, tranne che altre bombe

#GiuLeManiDallaSiria

La Camera vara la “commissione speciale”

Dopo la nomina dei 40 commissari, per Fratelli d’Italia: Fabio Rampelli e Guido Crosetto, oggi si è svolta la prima seduta della commissione che ha eletto Nicola Molteni a Presidente.

La “commissione speciale” può iniziare ad esaminare 12 provvedimenti su cui il Parlamento non si è ancora pronunciato.

La commissione opera temporaneamente in mancanza delle commissioni permanenti che si costituiscono con la formazione del governo.

Questo l’elenco delle 12 materie:
* i testi sui lavoratori marittimi,
* sulla distribuzione assicurativa,
* sugli armamenti,
* sui servizi turistici,
* sull’uso dei dati del Pnr per funzioni di pubblica sicurezza,
* sulla sicurezza delle reti e dei sistemi informatici,

* sulla riduzione degli inquinanti atmosferici,
* sulle incompatibilità degli amministratori giudiziari,
* sulla tutela delle aziende sequestrate,
* sui diritti pensionistici complementari dei lavoratori,
* sulla organizzazione degli uffici centrali del ministero dell’Interno e sull’impresa sociale.

Tra questi manca il DEF (Documento di Economia e Finanza) che entrerà nell’elenco appena il testo sarà pronto.

Nell’elenco non sono entrate la riforma della legge elettorale (Fratelli d’Italia ha presentato una proposta per introdurre il premio di maggioranza) e la riforma dell’ordinamento penitenziario.

Se ne occuperanno le commissioni di competenza una volta istituite

#OpenCamera

WhatsApp chat