Archivio mensile Marzo 31, 2020

Grazie all’Aviazione di Viterbo per il quotidiano impegno nella gestione dell’emergenza

In questo momento di grande difficoltà,  desidero ringraziare personalmente il comandante dell’Aves di Viterbo, il generale Paolo Riccò, i suoi uomini e tutta l’Aviazione dell’Esercito per il quotidiano impegno in prima linea nella gestione dell’emergenza.

Ogni giorno partono, anche da Viterbo, uomini e mezzi diretti in ogni parte della Nazione, anche la più sperduta, per recapitare materiali sanitari e beni di prima necessità.

https://www.facebook.com/mauro.rotelli/videos/10220846130010446/

Decine di militari, quotidianamente, si prodigano senza sosta in missioni operative a supporto degli ospedali da campo e per trasferire in sicurezza i pazienti colpiti dal coronavirus negli ospedali del Paese meno congestionati, per diminuire il carico di lavoro in quelli maggiormente colpiti dalla pandemia.

La mia sincera gratitudine va agli uomini dell’Aviazione ma anche a tutte le Forze Armate che, già dal primo giorno dell’emergenza, si sono messe completamente a disposizione con i mezzi e con il cuore per aiutare tutti gli italiani, da Nord a Sud, in questo momento storico difficilissimo, dimostrandosi, ancora una volta, una delle colonne portanti dello Stato italiano.”

Disponibili a collaborare per vincere l’emergenza

Oggi ho ricevuto la chiamata del Presidente della Provincia di Viterbo, come oggetto l’invito rivolto a FDI ad una collaborazione istituzionale.

Una chiamata molto apprezzata a cui Fratelli d’Italia aderisce convintamente. In momenti straordinari come questi servono decisioni ed operatività eccezionali.

Ci auguriamo che tutto si traduca nella capacità dell’amministrazione di far fronte al massimo alle tantissime esigenze, per questo ci siamo messi a disposizione con i nostri eletti a tutti i livelli.

Si lavori per il bene della Tuscia e dei suoi abitanti, nella speranza che questa strada venga intrapresa anche da altri.
Prima la Nazione della fazione, come sempre

“Produciamo direttamente nel viterbese le mascherine. Quello della DiMar Group è un esempio”

Il Veneto ieri ha dato il via ad una campagna di produzione destinata ad essere ripresa in molte parti d’Italia.

La mancanza di mascherine sta iniziando a diventare un problema e anche Viterbo non vuole farsi trovare impreparata: la Dimar di Valentano ha già dichiarato che sarebbe pronta per iniziare a produrle.

L’azienda attualmente lavora nella fabbricazione di borse di alta gamma, ma sarebbe disposta a riconvertire la produzione per fabbricare mascherine adeguate secondo gli standard e le certificazioni sia comunitarie che nazionali.

Se ci sono aziende nella filiera del cucito, assemblaggio in grado di poter convertire al momento la produzione, sarebbe un aiuto enorme in questo momento.

Agricoltura, il Governo dia il via libera ai voucher senza limitazione

E’ atteso per oggi il nuovo decreto governativo cosiddetto “fiscale”, con molti provvedimenti a lungo attesi in ambito economico che speriamo sostengano il mondo del lavoro, delle professioni, delle partita iva.

Fratelli d’Italia ha presentato tantissime proposte, tra cui quelle relative al settore agricolo che occorre tutelare in maniera particolare.

In genere, infatti, la raccolta viene garantita da lavoratori stagionali spesso stranieri, che tornano al loro Paese una volta concluso il loro lavoro.

Il pericolo è però che, vista l’emergenza, rimarranno in patria mettendo a rischio i raccolti.

Abbiamo rappresentato al Governo quest’eventualità e presentato subito una serie di misure per sostenere le aziende agricole, facilitando il ricorso a manodopera.

Tra le varie richieste, la possibilità di fare ricorso ai voucher lavoro senza alcuna limitazione.

Il Governo ci ascolti, non è il momento di preclusioni ideologiche ma quello del buon senso e della concretezza

“Trasversale: in arrivo il Commissario e dalla Regione Lazio ancora tutto tace”

Terni-Civitavecchia: dopo la notizia di qualche tempo fa sull’ipotesi di un nuovo progetto in discussione per il completamento, ecco ora la notizia dell’arrivo di un commissario, voluto dal ministro De Micheli, per terminare l’opera, ferma a Monteromano, nel più breve tempo possibile.

Anche in questo caso, a rendere nota l’eventualità, di grande interesse per il nostro territorio, sono, ancora una volta, rappresentanti istituzionali della Regione Umbria, come già precedentemente successo con l’assessore regionale umbro ai Trasporti, Enrico Melasecche.

Al solito nulla è dato da sapere dai palazzi romani riguardo queste ed altre indiscrezioni più o meno fondate, come il prossimo avvio dello Sblocca Cantieri.

Ribadiamo la necessità del completamento della Trasversale, fondamentale arteria di collegamento per il nostro territorio, per la quale sono state stanziate ingenti somme che impongono uno sforzo comune per il raggiungimento dell’obiettivo. 

Rimaniamo comunque nuovamente perplessi sull’assoluto silenzio della Regione Lazio riguardo un’opera di così grande rilevanza, sulla quale, evidentemente i canali umbri sono sempre più aggiornati di noi.

WhatsApp chat