Category ArchiveUncategorized

“Positivo l’incontro con Ferrovie dello Stato”

Si è svolto stamattina un incontro con i vertici di Ferrovie in cui, insieme alle varie proposte e progetti collegati con la realizzazione di una stazione in fermata o in partenza ad Orte sono state affrontate anche tutte le varie problematiche legate ai disagi dei pendolari.

Al tavolo erano presenti il dott Gentile (RFI) e il dott Iacono (Trenitalia) rappresentanti istituzionali di tutti gli schieramenti (i senatori Fusco, Gasparri e Battistoni, il consigliere regionale Panunzi ed i sindaci di Orte e Viterbo) oltre agli assessori della regione Lazio e dell’Umbria.

 

Al termine dei lavori,  Ferrovie ha assicurato il suo impegno per l’esame sia tecnico che commerciale finalizzato all’attivazione del servizio, che, a mio parere, rappresenterebbe più di uno scalo aeroportuale, considerate le varie connessioni che potrebbero essere attivate e che sono state convintamente sostenute, nel corso dell’incontro, anche dal sindaco di Orte.

 

Implicazioni e relazioni di carattere imprenditoriale ribadite, in queste settimane, dalle varie associazioni di categoria e addirittura da zone come quella di Bracciano e di Civitavecchia che, allo stesso modo, potrebbero trarre anche loro beneficio dall’Alta Velocità.

L’appello è, a questo punto, verso l’intero territorio affinchè si mobiliti, in maniera compatta, con una serie di dati a supporto della proposta e del piano tecnico che Ferrovie si è impegnata a realizzare entro metà gennaio.”

L’Alta Velocità non è uno status symbol, ma un’opportunità

La prima BUONA notizia è che negli ultimi giorni, il progetto dell’Alta Velocità ad Orte è stato sostenuto convintamente e con numerosi comunicati da: il Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia, Confartigianato Imprese Viterbo, Cna Associazione di Viterbo Civitavecchia, Federalberghi Viterbo, Federlazio Viterbo, Ance, Parlamentari e Consiglieri Regionali di destra e sinistra sia umbri che laziali, insieme ai Sindaci ed Assessori di diversi comuni.
Una bella soddisfazione, soprattutto per la grande condivisione raggiunta.
La seconda BUONA notizia è che il 14 novembre prossimo alle 18:00 ci sarà un consiglio comunale straordinario indetto opportunamente sulla questione dal Sindaco di Orte, direttamente in stazione. Il territorio per “convincere” FS può fare tantissimo, vi ricordate il Freccia gratis per andare in vacanza a Rimini, Cattolica e Riccione?
La terza notizia è BUONA se presa in termini positivi, mi spiego meglio: l’articolo che allego ( https://bit.ly/2T0F8t4 ) preannuncia che dal 9 giugno prossimo ci sarà la fermata dell’alta velocità a Chiusi.
È sicuramente una BUONA notizia perché dimostra che non stiamo parlando di fantascienza e che si può fare anche ad Orte!
È una, NON BUONA, notizia se FS dovesse fare scelte che vanno a premiare alcuni territori rispetto ad altri.
L’Alta Velocità non è uno status symbol, ma una grande opportunità, nel nostro caso un’esigenza, che può mutare lo scenario culturale ed economico delle provincie di Viterbo e Terni.
Ora serve non distrarsi più, come già accaduto in passato, dobbiamo seguire l’iter passo passo, ognuno per quello che gli compete e non dobbiamo mollare fino al raggiungimento dell’obiettivo.
Da parte mia ci sarà ovviamente il massimo impegno #TusciaAltaVelocità

Ponte Morandi, il “Decreto Emergenze” in Aula dopo 72 giorni

Dopo 72 giorni il decreto “Emergenze” è in aula, 72 giorni dopo il crollo del Ponte Morandi. In realtà il decreto doveva essere per Genova, con il tempo è diventato omnibus, dentro c’è: il condono per Ischia, ancora interventi per le zone terremotate del centro italia, la nuova agenzia per la sicurezza di strade e ferrovie, lo smaltimento dei fanghi, praticamente di tutto… Genova è stata usata! Una sfida è stata già persa, quella del rilancio delle infrastrutture del quadrante nord-ovest: gronda, terzo valico, metro. L’altra è quella che ci vede al fianco dei Genovesi, dei Liguri di tutti gli Italiani, la ricostruzione del ponte #OpenCamera

Il ponte Morandi? Rischiamo di pagare noi la ricostruzione, altro che autostrade…

Ieri sera in commissione si è tenuta l’audizione di Giovanni Castellucci AD di Autostrade per l’Italia (ASPI), in relazione al “Decreto Urgenze” emanato dopo il crollo del Ponte Morandi di Genova.
Diversi commissari, me compreso, hanno sollevato il problema degli eventuali ricorsi che ASPI potrebbe presentare per difendere concessioni ed appalti in essere.
Se il Governo, per la solita fretta di fare roboanti dichiarazioni mediatiche, ci esporrà ai ricorsi di questi signori, ne dovrà rispondere davanti a tutti gli italiani. Rischiamo di pagare nuovamente NOI, altro che autostrade, il rifacimento del ponte, senza poter nè cancellare nè intaccare le concessioni.
Uno dei migliori e più fruttosi affari della storia contemporanea ha partorito incuria ed una enorme tragedia. Per quanto ci riguarda chi ha fatto il danno deve: ricostruire a proprie spese il ponte, risarcire le povere vittime e le numerose aziende danneggiate.

 

Il ricordo degli “Invincibili” di Superga

Il 4 maggio è il giorno in cui si ricorda il Il Grande Torino, la storia di quel volo che rientrava da Lisbona dopo l’amichevole con il Benfica.

Alle 17:03 del 4 maggio 1949 l’aereo si schiantò sulla collina di Superga, 31 morti.

L’incidente cancellò un’intera squadra, ma non ha cancellato dalla storia del calcio italiano il ricordo degli “Invincibili”, la squadra di mio padre

#GrandeToro

Torna Schenardi. Il Salotto Buono di Viterbo.

Gran Caffè SchenardiGran Caffè Schenardi, il “salotto buono” della città torna a vivere.

Quest’anno ricorrono i 200 anni dalla nascita di questo caffè che è tanta storia locale ma anche un bel pezzo di storia d’Italia.

Un’opera di restauro attenta ce lo riconsegna più bello che mai.

Un grosso in bocca a lupo va ad Urbano Salvatori ed a tutto lo staff.

Ps. oggi la mia prima colazione, il locale è splendido ed il giardino d’inverno, diventato “La Loggetta”, una vera chicca

#grancaffeschenardi

Sono loro i migliori ambasciatori del nostro territorio!

Un grosso in bocca al lupo a tutte le aziende della Tuscia presenti alla 52esima edizione del Vinitaly.

La manifestazione terminerà mercoledì 18, scaricando l’App e selezionando la Regione si può facilmente trovare il padiglione che li ospita.

Qui l’elenco completo:

- Cantina di Montefiascone
- Tenuta la Pazzaglia
- Azienda Muscari Tomajoli
- Sergio Mottura
- Tenuta Sant'Isidoro
- Antica Cantina Leonardi
- Viticoltori dei Colli Cimini
- Cantina Stefanoni
- Fattoria Madonna delle Macchie
- Azienda Agricola Papalino
- Tenuta Ronci Nepi
- Tamia Olio Extra Vergine di Oliva
- Colli Etruschi Blera
- Coop. Olivicola di Canino
- Il Molino
- Andrea Occhipinti Azienda Agricola
- Paolo e Noemia d'Amico
- Prima Lux Spirits

vinitaly.com

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: