Category ArchiveUncategorized

Non solo Tav: le restrizioni al Passo del Brennero minacciano l’export italiano

Oggi ho presentato Question Time in Commissione Trasporti! NON SOLO TAV. C’è un altro fronte che rischia di surriscaldare il clima per le aziende della logistica.

È il catenaccio di autorizzazioni e divieti che l’Austria ha eretto nell’arco alpino e che fa andare da qualche settimana a singhiozzo le nostri merci in Europa.

La situazione potrebbe peggiorare dal primo agosto, quando entreranno in vigore nuove regole restrittive per contenere la circolazione di alcune classi di tir al Passo del Brennero, mettendo a rischio una quota dell’export italiano.

L’Italia si rivolga subito alla Corte di Giustizia Europea!

Chiusura campagna Europee 2019, una piazza difficile da dimenticare

Una piazza difficile da dimenticare quella di domenica 19 maggio a Napoli per la chiusura della campagna elettorale per le Elezioni Europee 2019.

 

“In Europa per cambiare tutto”, parte da Torino la campagna elettorale

Con Giorgia Meloni e Giovanni Donzelli all’incontro stampa di presentazione della prima Conferenza Programmatica di Fratelli d’Italia.
L’appuntamento è fissato per questo fine settimana 13/14 aprile al Lingotto Fiere – Torino #votaitaliano

Reddito di Cittadinanza, plauso all’intervento della collega Montaruli

 

In aula discussione su “Reddito di Cittadinanza” e “Quota 100”.
Circa 170 gli ordini del giorno presentati, dopo la fiducia posta dal Governo, che per la decima volta impedisce di fatto il dibattito in aula.

L’ordine del giorno numero 11 è di Maria Teresa Bellucci di Fratelli d’Italia Camera, presentato per escludere i trattamenti assistenziali delle persone con disabilità dal computo della determinazione del reddito familiare. L’ordine del giorno rende più equa una legge concepita male, piena di contraddizioni, storture e dubbi. Il governo dopo una pioggia di interventi si convince accogliendo l’odg. Tra i tanti interessanti questo di Augusta Montaruli, un capolavoro #OpenCamera #FDI

Buon lavoro Presidente Marsilio, l’Abruzzo ha bisogno di te

Dedicato a tutti quelli che “ma chi ve lo fa fare”, a quelli che “siete tutti uguali”, a quelli che pensano non si possa cambiare nulla.
Buon lavoro Presidente, siamo fieri di te!

Sottopassi come piscine, di chi sono le responsabilità?

Buona domenica Astral!
Questo è lo stato in cui versa la strada provinciale San Luca, direttrice Vignanello-Corchiano-Civita Castellana.

Il sottopasso in questione è stato realizzato per l’eliminazione dei passaggi a livello della ferrovia Roma-Viterbo.
Chiaramente qualcosa non funziona e non funzionerà MAI.
L’opera è stata già collaudata e presa in carico?

Chi deve gestire queste situazioni? Le ditte che hanno realizzato l’opera? La provincia di Viterbo è in grado? È vero che le pompe aspiranti non sono state collegate all’energia elettrica? In caso di temporali se salta la corrente cosa succede?
A quale ditta verrà affidata la manutenzione?
Chissà se su questo scempio qualcun altro vorrà vederci chiaro, sono diventato tanto curioso.

 

 

 

Su Mammagialla subito un intervento in Aula

“Subito un intervento immediato in Aula per evidenziare le criticità del carcere di Mammagialla.

Da sempre sono stato vicino agli agenti di polizia penitenziaria in servizio a Viterbo e oggi, ancora una volta, rinnovo il mio sostegno ad operatori e personale costretti a lavorare in condizioni di grave criticità.

Già nello scorso mese di aprile, in visita presso la struttura detentiva, ho potuto toccare con mano i preoccupanti disagi che si vivono tutti i giorni, dalla carenza di personale alle ripetute aggressioni.

Anche oggi, sono sceso in piazza accanto agli iscritti di Uspp (Unione Sindacati di Polizia Penitenziaria) e FpCgil che hanno organizzato un presidio sotto la Prefettura, per testimoniare la mia vicinanza e soprattutto per ascoltare le istanze dei manifestanti, seriamente preoccupati anche dalla preannunciata apertura di due nuove sezioni del carcere che andrebbero ad aggravare ulteriormente la precaria situazione all’interno della struttura.

Basti pensare che, allo stato attuale, le condizioni sono addirittura peggiorate, nel rapporto tra numero di detenuti e personale in servizio, rispetto a quelle antecedenti all’ultimo “Svuotacarceri” e al Decreto Madia, il cosiddetto “taglia poliziotti”.

Darò sostegno reale, con azioni parlamentari, alle rivendicazioni degli agenti.

Il mio impegno infatti, in qualità di deputato nel territorio della Tuscia, è quello di portare, nell’immediato, il problema all’attenzione della Camera con un intervento mirato ad ottenere chiarezza e rassicurazioni circa una tempestiva gestione delle gravi criticità riscontrate a Mammagialla, l’ennesima “servitù” regalata dallo Stato a Viterbo.”

I diritti tv non possono venire prima dei diritti delle donne

È assurdo che una partita di pallone, che dovrebbe essere una vetrina per il nostro calcio, venga giocata laddove i diritti delle donne vengono discriminati.

I diritti tv, cioè i soldi, non vengono prima dei diritti delle donne.

Il governo italiano, la Lega calcio e le squadre impediscano questo scempio e non giochino la supercoppa in Arabia Saudita o a perdere ancora una volta non saranno solo le donne ma anche la credibilità del nostro calcio.

 

 

“Positivo l’incontro con Ferrovie dello Stato”

Si è svolto stamattina un incontro con i vertici di Ferrovie in cui, insieme alle varie proposte e progetti collegati con la realizzazione di una stazione in fermata o in partenza ad Orte sono state affrontate anche tutte le varie problematiche legate ai disagi dei pendolari.

Al tavolo erano presenti il dott Gentile (RFI) e il dott Iacono (Trenitalia) rappresentanti istituzionali di tutti gli schieramenti (i senatori Fusco, Gasparri e Battistoni, il consigliere regionale Panunzi ed i sindaci di Orte e Viterbo) oltre agli assessori della regione Lazio e dell’Umbria.

 

Al termine dei lavori,  Ferrovie ha assicurato il suo impegno per l’esame sia tecnico che commerciale finalizzato all’attivazione del servizio, che, a mio parere, rappresenterebbe più di uno scalo aeroportuale, considerate le varie connessioni che potrebbero essere attivate e che sono state convintamente sostenute, nel corso dell’incontro, anche dal sindaco di Orte.

 

Implicazioni e relazioni di carattere imprenditoriale ribadite, in queste settimane, dalle varie associazioni di categoria e addirittura da zone come quella di Bracciano e di Civitavecchia che, allo stesso modo, potrebbero trarre anche loro beneficio dall’Alta Velocità.

L’appello è, a questo punto, verso l’intero territorio affinchè si mobiliti, in maniera compatta, con una serie di dati a supporto della proposta e del piano tecnico che Ferrovie si è impegnata a realizzare entro metà gennaio.”

L’Alta Velocità non è uno status symbol, ma un’opportunità

La prima BUONA notizia è che negli ultimi giorni, il progetto dell’Alta Velocità ad Orte è stato sostenuto convintamente e con numerosi comunicati da: il Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia, Confartigianato Imprese Viterbo, Cna Associazione di Viterbo Civitavecchia, Federalberghi Viterbo, Federlazio Viterbo, Ance, Parlamentari e Consiglieri Regionali di destra e sinistra sia umbri che laziali, insieme ai Sindaci ed Assessori di diversi comuni.
Una bella soddisfazione, soprattutto per la grande condivisione raggiunta.
La seconda BUONA notizia è che il 14 novembre prossimo alle 18:00 ci sarà un consiglio comunale straordinario indetto opportunamente sulla questione dal Sindaco di Orte, direttamente in stazione. Il territorio per “convincere” FS può fare tantissimo, vi ricordate il Freccia gratis per andare in vacanza a Rimini, Cattolica e Riccione?
La terza notizia è BUONA se presa in termini positivi, mi spiego meglio: l’articolo che allego ( https://bit.ly/2T0F8t4 ) preannuncia che dal 9 giugno prossimo ci sarà la fermata dell’alta velocità a Chiusi.
È sicuramente una BUONA notizia perché dimostra che non stiamo parlando di fantascienza e che si può fare anche ad Orte!
È una, NON BUONA, notizia se FS dovesse fare scelte che vanno a premiare alcuni territori rispetto ad altri.
L’Alta Velocità non è uno status symbol, ma una grande opportunità, nel nostro caso un’esigenza, che può mutare lo scenario culturale ed economico delle provincie di Viterbo e Terni.
Ora serve non distrarsi più, come già accaduto in passato, dobbiamo seguire l’iter passo passo, ognuno per quello che gli compete e non dobbiamo mollare fino al raggiungimento dell’obiettivo.
Da parte mia ci sarà ovviamente il massimo impegno #TusciaAltaVelocità

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: