Archivio dei tag Tuscia

Sondaggio sull’alta velocità ad Orte.

Tanti si sono pronunciati sulla mia idea. E tu che ne pensi ?
CLICCA QUI ed esprimi liberamente il tuo parere !

“Fondamentale la collaborazione con il sindacato per il rilancio del territorio”

Al congresso provinciale dell’Unione generale del lavoro (UGL) della provincia di Viterbo, presso l’hotel Salus di Viterbo, si parla di “Tuscia: prospettive e aspettative di rilancio”.

Il mio auspicio è una stretta collaborazione con il sindacato per il rilancio del territorio. Fondamentale, a questo scopo, la realizzazione o il completamento di  opere strategiche per la Tuscia.

 

Da domani si lavora sodo per Viterbo, con Arena Sindaco

Mancano 10 minuti all’una di notte, piazza del Gesù si veste di tricolore.

Giovanni Arena è il nuovo Sindaco:

pelle d’oca, qualche lacrima, tanta gioia e la consapevolezza che da domani si lavora sodo per ridare dignità a Viterbo,

per renderla ancora più bella e viva

#SiAmoViterbo

Viterbo e la sua comunità Sarda.

Cena con tanti sardi in quel di Viterbo.

Continua il mio viaggio per conoscere le realtà degli emigrati isolani.

La battaglia è quella sulla continuità Territoriale,
sul riconoscimento della zona franca,
il diritto di poter tornare in Sardegna,
il diritto di contare di più nelle decisioni dei vari Governi.

L’inaugurazione del nuovo terminal Amerigo Vespucci

L’inaugurazione del nuovo terminal Amerigo Vespucci straordinario volano per il turismoIl più grande terminal crociere d’Europa è a Civitavecchia.

Il terminal Amerigo Vespucci rappresenta un vanto per il nostro territorio, e per la sua realizzazione sono stati investiti circa 20 milioni di euro, totalmente coperti da fondi stanziati da Msc, Royal Caribbean e Costa Crociere.

La nuova opera, inaugurata ieri e terminata in tempi record, riuscirà a servire 4.500 passeggeri e 9 mila bagagli nello stesso tempo, e potrà ospitare fino a due grandi navi da crociera in contemporanea, al pari di un piccolo aeroporto.

Al piano primo sono state inserite ben 60 postazioni per il check-in, bar, un ristorante, una sala vip ed una sala d’attesa con numerosi posti a sedere.

Le previsioni stimano un aumento di 250mila passeggeri croceristi in più a fine anno, per un traffico che si attesta sui circa 2 milioni e mezzo di persone complessive.

Numeri straordinari, in grado di imprimere una decisiva accelerazione a tutto l’indotto sia del territorio locale che della vicina Tuscia.

L’obiettivo condiviso da più realtà, come sostenuto anche da Fabio Belli, delegato Ance (Associazione nazionale costruttori edili) è quello di uno sviluppo progressivo e di una costante crescita della vocazione turistica a livello internazionale, uno dei traini più significativi dell’economia in molteplici settori.

Un nuovo nome per raccontare Viterbo nel mondo

Il semplice nome di una località, di una città, spesso risulta insufficiente per guadagnarsi un posto nella memoria di ogni singolo turista o nell’immaginario collettivo del grande pubblico.

Disegnare un’identità, per rendere la località immediatamente identificabile e distinguibile dalla miriade di altre destinazioni possibili diventa indispensabile.

Serve un LOGO, un’immagine o simbolo rappresentativo, ed un PAYOFF, una frase molto breve composta anche da una sola parola, il cui senso racchiude l’identità della destinazione.

La creazione del PAYOFF è impresa ardua, soprattutto se non si vuole essere banali.

L’individuazione di un concetto memorabile, stimolante non è affatto semplice.

L’esempio di Civita di Bagnoregio “La Città che muore” lo testimonia a pieno.

Quale PAYOFF vi piacerebbe associare alla Tuscia?

E Viterbo vi piace raccontata come ”la Città dei Papi” o preferireste altro?

Le eccellenze della Tuscia al VINITALY di Veronafiere

Da domani a mercoledì 18 aprile oltre 120mila operatori da 140 Paesi diversi si danno appuntamento a Verona.

Alla 52esima edizione del Salone Internazionale del Vino e dei Distillati nel padiglione A, tra gli espositori di vino del Lazio, ci saranno 14 aziende della provincia di Viterbo.

Nel padiglione C, quello dedicato all’agroalimentare di qualità saranno invece 4 le aziende della Tuscia produttrici d’olio.

Al VINITALY si incontrano sommelier ed enologi, si discute e ci si confronta con altri imprenditori, si immagina il futuro del vino (l’export italiano vale 5,9 miliardi di euro).

Buon lavoro, quindi, ai “nostri” che sapranno rappresentare al meglio la passione e la cultura della Tuscia

#vinitaly2018

vinitaly.com

Dobbiamo bloccare il decreto Calenda e difendere la Tuscia

Mi batterò con ogni forza contro l’eventuale scelta di riunire le scorie radioattive sul litorale viterbese.

Un governo che dovrebbe occuparsi solo degli affari correnti tenta l’ennesimo colpo di coda.

Stavolta, secondo alcune testate online che riportano le mosse annunciate dal ministro Calenda, si tratta dell’accelerazione per l’approvazione di un decreto che indica le aree potenzialmente idonee a ospitare rifiuti nucleari.

Considerato che provvedimenti di questo tipo non possono essere certo adottati in fretta e furia, occorre ricordare come il territorio della Tuscia e del litorale viterbese sia già stato oggetto di servitù.

Un’area che sta provando a rialzarsi, con numerose eccellenze agroalimentari, rischia di essere messa in ginocchio da un governo uscente che dovrebbe svolgere solo il disbrigo degli affari correnti.

Per questo faccio appello a tutti i parlamentari eletti in questo territorio perché venga evitata una simile sciagura, invitandoli a intervenire in merito.

La Pasqua inaugura la stagione turistica.

Chi ha un albergo, un hotel stagionale, un’area camper, una casa vacanze, un bar, un agriturismo, una tavola calda, un b&b, un ristorante, uno stabilimento, una gelateria, un chiosco… sa bene cosa significa: durante questa settimana si aprono le porte alla stagione estiva!

La provincia di Viterbo, la Tuscia, ha l’onore e l’onore di accogliere flussi sempre più importanti ed impegnativi di turisti da tutta Italia, dal Lazio e da Roma in particolare, dalla Toscana, dalla Campania e dall’Umbria. Ai tanti operatori turistici voglio fare i migliori auguri per questa Pasqua 2018.

Si sono preparati, hanno organizzato il personale, lucidato gli specchi, stirato divise e tovaglie, pronti come sempre ad accogliere con il miglior sorriso.

In pochi sembrano non essersene accorti: sono quelli che sporcano o che non puliscono, quelli che potrebbero proporre programmi ed iniziative ed invece preferiscono litigare tra fazioni, sono gli stesi (sempre quelli di cui sopra) che ancora non hanno capito quanto tutto questo sia importante e vitale per il nostro territorio.

Malgrado loro si preannuncia uno storico SOLD OUT da cui tutti potremmo trarre enorme beneficio

#Benvenuti #Pasqua18

www.maurorotelli.it

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: