Alta Velocità ad Orte, sì alla fermata, ma ancora meglio come stazione di partenza

Alta Velocità ad Orte, sì alla fermata, ma ancora meglio come stazione di partenza

Il servizio di alta velocità ad Orte lo si può raggiungere con una fermata dei treni in partenza da Termini o Tiburtina, ma Orte può diventare quotidiana stazione di partenza con maggior interesse da parte dei vettori che garantiscono tale servizio in Italia.

 

In questi giorni si susseguono interessanti dichiarazioni relative alla possibilità di far fermare i treni dell’alta velocità nello scalo di Orte, ma, esattamente come realizzato a Perugia,  possiamo immaginare una vera e propria partenza dalla provincia di Viterbo.

Ho affrontato con i rappresentanti di Ferrovie questo aspetto in un incontro a metà settembre: la partenza del treno ad alta velocità, rispetto alla fermata, ha una serie di vantaggi pratici molto interessanti.

 

La realizzazione di simile ipotesi comporterebbe degli enormi vantaggi, in termini economici, per tutto il  territorio.

L’intero sistema può concentrare l’impegno verso questa finalità comune.

Imprese, aziende, università e tutto il tessuto produttivo, sia umbro che laziale, andrebbero a costituire un unico sistema, un importante bacino di potenziali utenti e fruitori del servizio.

 

La Regione Lazio deve dimostrare con più forza di essere della stessa idea.

Orte come stazione di partenza o di fermata dell’ Alta velocità potrebbe, in definitiva, rappresentare un volano straordinario per l’intera Tuscia e gran parte dell’Umbria.

Una nuova infrastruttura al servizio della rete autostradale, dell’Interporto, utile per il completamento della 675, per il porto di Civitavecchia e per tutta la zona retro portuale.

 

 

Ufficio Stampa

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: