L’Alta Velocità non è uno status symbol, ma un’opportunità

L’Alta Velocità non è uno status symbol, ma un’opportunità

La prima BUONA notizia è che negli ultimi giorni, il progetto dell’Alta Velocità ad Orte è stato sostenuto convintamente e con numerosi comunicati da: il Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia, Confartigianato Imprese Viterbo, Cna Associazione di Viterbo Civitavecchia, Federalberghi Viterbo, Federlazio Viterbo, Ance, Parlamentari e Consiglieri Regionali di destra e sinistra sia umbri che laziali, insieme ai Sindaci ed Assessori di diversi comuni.
Una bella soddisfazione, soprattutto per la grande condivisione raggiunta.
La seconda BUONA notizia è che il 14 novembre prossimo alle 18:00 ci sarà un consiglio comunale straordinario indetto opportunamente sulla questione dal Sindaco di Orte, direttamente in stazione. Il territorio per “convincere” FS può fare tantissimo, vi ricordate il Freccia gratis per andare in vacanza a Rimini, Cattolica e Riccione?
La terza notizia è BUONA se presa in termini positivi, mi spiego meglio: l’articolo che allego ( https://bit.ly/2T0F8t4 ) preannuncia che dal 9 giugno prossimo ci sarà la fermata dell’alta velocità a Chiusi.
È sicuramente una BUONA notizia perché dimostra che non stiamo parlando di fantascienza e che si può fare anche ad Orte!
È una, NON BUONA, notizia se FS dovesse fare scelte che vanno a premiare alcuni territori rispetto ad altri.
L’Alta Velocità non è uno status symbol, ma una grande opportunità, nel nostro caso un’esigenza, che può mutare lo scenario culturale ed economico delle provincie di Viterbo e Terni.
Ora serve non distrarsi più, come già accaduto in passato, dobbiamo seguire l’iter passo passo, ognuno per quello che gli compete e non dobbiamo mollare fino al raggiungimento dell’obiettivo.
Da parte mia ci sarà ovviamente il massimo impegno #TusciaAltaVelocità

Ufficio Stampa

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: