Sviluppo turistico del territorio: Rotelli e De Carolis incontrano i vertici di Aeroporti di Roma

Sviluppo turistico del territorio: Rotelli e De Carolis incontrano i vertici di Aeroporti di Roma

Con  l’intensificarsi del traffico crocieristico e le ricadute importanti nella Tuscia, è il momento di consolidare rapporti ed avviare sinergie in grado di fornire un impulso ulteriore al processo di crescita che è stato avviato.

Ieri, insieme a Marco De Carolis, responsabile regionale del Dipartimento Turismo di Fratelli d’Italia e all’assessore al Turismo del Comune di Viterbo, abbiamo avuto degli incontri con partner strategici proprio in quest’ottica.

Il primo, con i vertici Adr Veronica Pamio, responsabile delle relazioni istituzionali,  e Giorgio Gregori, ingegnere preposto allo Sviluppo Infrastrutture di Aeroporti di Roma e responsabile della progettazione e realizzazione delle iniziative aeroportuali.

Al centro dell’incontro, la necessità di collegare in maniera più puntuale possibile gli aeroporti di Roma, Ciampino e Fiumicino, alla provincia di Viterbo, in particolare al capoluogo, e la possibilità di avviare delle collaborazioni  in grado di sviluppare una maggiore connessione.

La finalità è di poter sfruttare, in termini di crescita turistica, l’enorme mole di passeggeri, 140000 al giorno in epoca pre covid, che quotidianamente confluiscono nei due snodi aeroportuali.

Un momento importante di confronto per l’autorevolezza dell’interlocutore, che si è concluso con l’impegno di ulteriori aggiornamenti in tempi brevi.

A seguire, grazie all’aiuto dell’Autorità di Sistema Portuale, un altro appuntamento strategico con i tour operator di alcune importanti compagnie crocieristiche come la Costa Crociere e la Royal Caribbean.

In questa sede abbiamo rinnovato e consolidato i rapporti di sinergia avviati già da tempo che stanno portando i primi frutti, grazie all’arrivo, nel nostro territorio, di numerosi crocieristi che sbarcano a Civitavecchia.

 L’obiettivo ora è di lavorare, in maniera congiunta, per aprire il portale di ingresso degli scali di Fiumicino e Ciampino così da consolidare, in maniera sempre più significativa, la Tuscia come meta turistica.

Ufficio Stampa

WhatsApp chat